Arme della Pro Loco Tropea Pro Loco Tropea Unione Nazionale Pro Loco Italiana
linea

Home
Archeologia di Tropea
Arte di Tropea
Biblioteca di Tropea
Charter per Escursioni
Chiese di Tropea
eventi a Tropea
Gastronomia di Tropea
Informazioni utili
Itinerari a Tropea
Link utili
Luoghi di Tropea
Mercati rionali a Tropea e nei dintorni
Miti e leggende di Tropea
Monumenti di Tropea
Musei di Tropea
Palazzi storici di Tropea
Personaggi importanti di Tropea
Vai alla galleria delle immagini più belle
Servizi a Tropea
Storia di Tropea
Tradizioni di Tropea
Utilità

Luoghi

Capo Vaticano - Ricadi (Testo Pro Loco Capo Vaticano, 1998)
Comune a Sud di Tropea, comprende molte frazioni, si estende su di un territorio di oltre duemila ettari a circa duecento metri di altitudine e conta 4.471 abitanti.

Storia
Innumerevoli ritrovamenti archeologici testimoniano la presenza di vari insediamenti umani fin dall'epoca preistorica. In questi luoghi lasciarono tracce di un'antica e gloriosa civiltà gli Elleni, i Romani, i Bizantini, i Saraceni, i Normanni, le dinastie degli Svevi, degli Angioini, degli Aragonesi e dei Borboni. Chiaramente, le diverse dominazioni hanno influito su vari aspetti della vita degli indigeni e in modo particolare sul loro modo di esprimersi. Infatti, la lingua parlata risente dell'influenza di parole di origine araba, francese, spagnola, germanica e soprattutto latina e greca. La storia dei paesi del "Capo" è legata a quella della vicina città di Tropea la quale per secoli esercitò il suo dominio su di essi che furono denominati "casali". Nel 1806 Giuseppe Napoleone re delle due Sicilie, in occasione della suddivisione del regno in Province, Distretti e Comunità, assegnò Ricadi alla Provincia della Calabria Ulteriore, Distretto di Monteleone, Comunità di Tropea. Nel 1808, Ricadi con Regio assenso promulgato da Giuseppe Napoleone fu eretto libero Comune ed ebbe il suo primo Sindaco, un certo R.A. Avenia. In un primo momento pare che siano state assegnate a Ricadi le frazioni di S. Domenica, Ciaramiti, S. Nicolò, Brivadi, Orsigliadi e Brattirò. In seguito, Brattirò fu distaccata dal Comune di Ricadi e assegnata a quello di Drapia e a Ricadi furono concesse, intorno al 1812, le frazioni di Lampazzone e Barbalaconi che appartenevano a Spilinga. Nel 1894 con la costruzione della line ferroviaria Napoli-Reggio Calabria, il ricadese cominciò a muovere i primi passi sulla via dello sviluppo sia economico che sociale. Il resto è storia recente.

Da visitare:

  • Le 13 Chiese: S.Anna e S.Domenica a S.Domenica - S. Paolo a Ciaramiti - S.Domenica a Formicoli - Madonna di Loreto a Torre Marino - S.Nicola a S.Nicolò - S.Basilio a Brivadi - S. Martino a Orsigliadi - S. Maria Lauretana a S. Maria - S. Lucia a Barbalaconi - S. Michele a Lampazzoni - S. Pietro e S. Zaccaria a Ricadi.
  • Torre Marrana - Torre di avvistamento del XIV sec.;
  • Torre Ruffa;
  • Museo dell'Arte Contadina - Ricadi.


Eventi:
  • Sagra della cipolla rossa - 13 agosto;
  • Premio Giuseppe Berto - nel mese di Giugno (il premio si alterna con il comune di Mogliano Veneto);
  • Premio Sportivo Capo Vaticano - Palazzo dei congressi (data da definire)


Link:
Pro Loco Capo Vaticano
info@prolococapovaticano.it

Torna all'indice





Pro loco Capo
Vaticano
Pro loco Capo Vaticano
via Vaisette, 40 - 89865 San Nicolò di Ricadi (VV) tel/fax 0963 663119
linea
Info. Ass. Turistica
OTTIMIZZATO PER UNA RISOLUZIONE PARI A 1024x768 PIXEL CON Internet Explorer 7. PER VARIARE LE DIMENSIONI DEL TESTO SELEZIONARE DALLA BARRA DEI MENU' LA VOCE "VISUALIZZA" POI SCEGLIERE "DIMENSIONE TESTO" E CLICCARE SULLA DIMENSIONE PIU' ADATTA AL VOSTRO SCHERMO.
Mario Lorenzo (OLP). Webmaster & Design Francesco Barritta (SCN 2006-2007)
© 2006-2007 Pro Loco Tropea
Servizio Civile