Arme della Pro Loco Tropea Pro Loco Tropea Unione Nazionale Pro Loco Italiana
linea

Home
Archeologia di Tropea
Arte di Tropea
Biblioteca di Tropea
Charter per Escursioni
Chiese di Tropea
eventi a Tropea
Gastronomia di Tropea
Informazioni utili
Itinerari a Tropea
Link utili
Luoghi di Tropea
Mercati rionali a Tropea e nei dintorni
Miti e leggende di Tropea
Monumenti di Tropea
Musei di Tropea
Palazzi storici di Tropea
Personaggi importanti di Tropea
Vai alla galleria delle immagini più belle
Servizi a Tropea
Storia di Tropea
Tradizioni di Tropea
Utilità

Luoghi

Monte Poro
Il Monte Poro si trova a 707 metri s.l.m. Su di questo altopiano, che domina il promontorio della Costa degli Dei, sorgono molti paesi caratteristici. Tra tutti spicca Spilinga, con la sua frazione Panaia (nome greco che significa letteralmente "Tutta santa"). Spilinga è infatti il comune più grande per estensione ed il Monte Poro ricade all'interno del suo territorio. Il Monte Poro è inoltre famoso per i suoi prodotti tipici: la 'nduja, il pecorino, la mozzarella ed i molti prodotti della tradizione contadina. Importanti sono le sagre dedicate a questi prodotti che si svolgono durante l'anno, come quella della 'nduja, di certo la più importante del territorio.

Storia
Il suo nome deriva dal greco (spelaion-ghe = terra ricca di grotte) e si riferisce alle molte grotte presenti sul suo territorio. probabilmente quelle grotte furono abitate già in epoca preistorica (e le molte selci lavorate ed i frammenti di ossidiana rinvenuti sono la testimonianza di frequentazioni nel Neolitico). Presso quelle stesse grotte, in epoche più recenti, trovarono rifugio i superstiti di una frana che abitavano il piccolo borgo di "Condrochilone" e, più tardi, gli abitanti delle zone limitrofe che fuggivano dalla minaccia saracena. I molti termini derivati dal greco, dall'arabo e dalle lingue nordiche che si ritrovano nel dialetto sono le tracce indelebili del passaggio dei Bizantini, degli Arabi e dei Normanni. Spilinga fu casale di Tropea sino al 1807, e proprio da Spilinga partì una rivolta mirante all'indipendenza dalla cittadina tirrenica (guarda la sezione storia)

Da Visitare

  • La grotta della Madonna delle Fonti: antica laura eremitica basiliana oggi adibita a santuario, circondata da sorgenti d'acqua;
  • La grotta del Favo e quella delle Fate (dove sono stati rinvenuti i reperti del Neolitico);
  • Chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista risalente al 1645;
  • Chiesa di Carciadi;
  • Acquedotto ad archi in pietra ricalcante lo schema costruttivo degli antichi acquedotti romani;
  • Necropoli nelle località di Torre Galli, Galluppi e Aramoni;

Torna all'indice





linea
Info. Ass. Turistica
OTTIMIZZATO PER UNA RISOLUZIONE PARI A 1024x768 PIXEL CON Internet Explorer 7. PER VARIARE LE DIMENSIONI DEL TESTO SELEZIONARE DALLA BARRA DEI MENU' LA VOCE "VISUALIZZA" POI SCEGLIERE "DIMENSIONE TESTO" E CLICCARE SULLA DIMENSIONE PIU' ADATTA AL VOSTRO SCHERMO.
Mario Lorenzo (OLP). Webmaster & Design Francesco Barritta (SCN 2006-2007)
© 2006-2007 Pro Loco Tropea
Servizio Civile